Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 26 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sangue ad arte nel Fresco Bosco alla Certosa di Padula


24-06-2006

Due pifferai magici, un artista che gioca con la parola, Alessandro Bergonzoni, e un’attrice, Alessandra Vanzi introdurranno i visitatori nelle suggestioni di Fresco Bosco, la notte di arte totale che si svolgerà questa sera dal tramonto del sole fino all’alba nel recinto verde che perimetra la Certosa di Padula. Un percorso multisensoriale con eventi teatrali, poetici, musicali, artistici, performance, sculture, installazioni e video quello proposto da Achille Bonito Oliva, il critico d’arte questa volta anche nei panni di regista per realizzare un «matrimonio morganatico tra arte e natura». Una regia che, però, ha avuto dei tagli. Il D’Artagnan dell’arte ha dovuto rinunciare alla provocazione più forte che aveva ideato per la Versailles del Vallo di Diano. Già, perchè l’intervento clou tanto annunciato di Hermann Nitsch, una sorta di messa nera con spargimento di sangue e interiora di animali, si svolgerà in chiave ridotta. Censurata la parte horror - ci sarà una versione video riservata esclusivamente agli adulti - resta la musica e la distribuzione «ecumenica» di pane e vino. Tutti insieme, nell’oscurità illuminata solo dalle stelle, «meditando sull’essere» in attesa dell’aurora. L’happening si pone in perfetta continuità con «Le opere e i giorni» - oltre cento finora gli interventi artistici nella Certosa - ed è teso ad ampliare la cittadella dell’arte «sfondando» verso l’esterno in previsione della prossima istituzione del Core, il museo d’arte contemporanea della Campania, voluto dalla Regione e dalla soprintendenza di Salerno. Ad arricchire il corpus iniziale delle celle, il parco ospiterà in maniera permanente le installazioni di Gianni Dessì, Braco Dimitrijevic, Giuseppe Gallo, Ernesto Tatafiore, Angelo Plessas, Luisa Rabbia, Alfredo Romano e Costas Varotsos (nella foto). «È un progetto originale - spiega la direttrice della Certosa Giovanna Sessa - che è stato premiato dal pubblico. In tre anni il numero dei visitatori è aumentato da 150mila a 250mila. Per non parlare dell’enorme successo del corollario “Hortus artis” che ha prolungato le visite anche dopo l’estate. E per invogliare ancora di più la partecipazione abbiamo predisposto stasera una serie di navette da piazza della Concordia a partire dalle 17,30». A coinvolgere per primo in un’esperienza concreta di teatro-natura sarà, alle 20, Hermann Nitsch. A seguire: performance di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, FranKo+B e Matteo Basilè; nel viale dei cipressi spettacolo di Alfonso Benadduce, mentre la scena si fa itinerante con il gruppo O Thiasos; i Lovett/Codagnone indagheranno il rapporto di coppia e Antonio Caggiano darà vita con musiche elettroniche alla Foresta incantata trovando a confronto il canto corale di Pino Pipoli, Manuela Barile e Michele Pagano e la voce poetica di Giuseppe Zevola.

ERMINIA PELLECCHIA

tratto da: www.ilmattino.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro