Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 16 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Potenza: NASCE IL PARTITO-PROVINCIA


08-06-2006

Una storica Istituzione come quella della Provincia, ridotta ad appendice partitica, ed essa stessa espressione di iniziative di parte che fanno venir meno il ruolo democratico, assegnato dalla Costituzione al sistema delle istituzioni pubbliche.
I consiglieri provinciali di opposizione, Crocetto, Giuliano, Manfredelli e Rosa hanno duramente contestato nel corso della riunione del consiglio, l’approvazione di un ordine del giorno con il quale la Provincia di Potenza si schiera ufficialmente sul referendum, dando indicazioni di voto per il no.
Con l’ordine del giorno proposto da Rifondazione Comunista ed approvato con il voto favorevole di Ds e Margherita, è stata deliberata, infatti,“l’assunzione di tutte le iniziative istituzionali per atti concreti di presa di distanza politica dalla Legge recante Modifica alla parte II della Costituzione”. Viene meno, in questo modo, qualsiasi funzione di garanzia democratica per tutti i cittadini e si da corso ad una specie di coercizione da parte delle istituzioni sull’intera popolazione, contestabile da qualsiasi punto di vista si analizzi. Ciò che deve essere respinto è una concezione delle istituzioni a uso e consumo delle maggioranze politiche che porta a consumare atti configurabili come “obbrobri democratici”.Tale è l’approvazione dell’ordine del giorno del Consiglio provinciale, che prefigura, in sostanza, la trasformazione dell’ente pubblico in una specie di “partito-Provincia” che può utilizzare le risorse di tutti i cittadini per svolgere attività finora di pertinenza dei gruppi e delle forze politiche.
Mai si era vista, una cosa del genere, in nessuna istituzione democratica. Il provvedimento lascia prefigurare, infatti, che in caso di elezioni politiche, la provincia in quanto tale, è legittimata e titolata addirittura ad adottare una delibera per decidere quale partito o coalizione votare.
Purtroppo, a nulla sono valse le proposte e le proteste dell’opposizione che hanno trovato sordi anche i Presidenti della Giunta e del Consiglio provinciale, i quali sono venuti meno al loro compito di garanti superpartes del corretto funzionamento degli organi istituzionali e di rappresentanti dell’intera collettività. Dal provvedimento approvato, trovano conferma, anche alla Provincia di Potenza, le difficoltà di una maggioranza politica, sempre più condizionata e prigioniera dall’estrema sinistra e di Rifondazione Comunista, in particolare. Ciò che meraviglia è la subalternità della Margherita a scelte che contraddicono e sconfessano la grande tradizione politica a cui si richiama il partito di Rutelli, mentre è da apprezzare il coraggio di distinguersi da parte dell’Udeur, che astenendosi sul provvedimento approvato, ha voluto segnalare la non adesione ad atti che forzano le regole ed il corretto confronto nelle istituzioni. Con la deliberazione adottata, affermano Crocetto, Giuliano, Manfredelli e Rosa, sono stati calpestati gli stessi principi costituzionali a cui l’ordine del giorno fa riferimento, e che i partiti di minoranza, attraverso una ferma opposizione ad un governo provinciale arrogante e prepotente, continueranno a difendere fermamente.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro