Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 06 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Passera: «L'aeroporto di Salerno servirą a decongestionare i voli da Capodichino»


29-01-2013

«L'aeroporto di Salerno-Pontecagnano sarà utilizzato per decongestionare lo scalo di Capodichino-Napoli». La considerazione è del ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Corrado Passera, alla presentazione del Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale che boccia la costruzione dello scalo di Grazzanise, in provincia di Caserta, e indica la definitiva vocazione dell'infrastruttura salernitana.

Meno aeroporti, meno costi pubblici e più efficienza degli scali. Sono le parole d'ordine del Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale, per il quale il ministro dello sviluppo, infrastrutture e trasporti Corrado Passera ha emanato oggi l'Atto di indirizzo e che pone le basi per un riordino organico del settore. Un primo atto, su cui parte ora il confronto in Conferenza Stato-Regioni (la prima riunione in programma è il 7 febbraio), e che "colma - ha sottolineato Passera - una grave lacuna del Paese che durava da 26 anni".

In un Paese in cui ci sono "troppi aeroporti" (112 scali funzionanti, di cui 90 aperti al solo traffico civile, 11 militari aperti al traffico civile e 11 solo ad uso militare), il Piano mira prima di tutto a ridurre la frammentazione e favorire un processo di riorganizzazione ed efficientamento.

Il Piano prevede anche la necessità per gli scali di mettere a punto piani di riequilibrio economico-finanziario e indica l'opportunità di procedere alla progressiva dismissione di quote societarie da parte degli enti pubblici, favorendo l'ingresso di capitali privati.

Tra le linee guida del Piano ci sono anche l'incentivazione delle reti aeroportuali, attraverso la differenziazione e specializzazione di ruolo degli scali; oltre alla razionalizzazione dei servizi di navigazione aerea e dei servizi generali alla clientela.

"Attraverso la razionalizzazione dei servizi, un piano di infrastrutturazione a medio periodo, la costituzione di reti aeroportuali, l'Italia può davvero ambire ad avere un sistema all'avanguardia e competitivo a livello internazionale, evitando sprechi di risorse pubbliche", ha spiegato Passera.

Il beneficio maggiore è che, se si riesce a risparmiare nei prossimi contratti di programma, i prezzi dei biglietti aerei possono scendere, ha evidenziato il presidente dell'Enac Vito Riggio. Per il vice ministro Mario Ciaccia il Piano "può essere un'opportunità importante per riformare e dare organicità al settore".

Non manca qualche malumore: in Umbria ci si interroga per l'esclusione dell'aeroporto di Perugia; il Comune di Viterbo chiederà un risarcimento per la mancata realizzazione dello scalo a Viterbo; mentre il Governatore della Campania Caldoro sottolinea che comunque Grazzanise "resta la soluzione del futuro". Una volta raggiunta l'intesa nella Conferenza Stato-Regioni, il Piano passerà in consiglio dei ministri, per poi essere adottato con apposito decreto dal Presidente della Repubblica.

tratto da: www.salernonotizie.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro