Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 26 Settembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Montesano: il vice sindaco candidato alle politiche 2013. Rinaldi: "questo nuovo movimento coerentemente la mia casa politica"


28-01-2013

Il Vice Sindaco di Montesano spiega le ragioni della sua Candidatura alla Camera dei Deputati. In una nota inviata agli organi di stampa il giovane amministratore scrive:
“La prossima tornata elettorale per la composizione del Parlamento Italiano mi vedrà direttamente protagonista con la candidatura alla Camera dei Deputati al nono posto della lista Fratelli d’Italia- Centro Destra Nazionale per la circoscrizione Campania 2.
Con questa nota, voglio cercare di spiegare le ragioni politiche di questa scelta e le motivazioni culturali che mi hanno condotto a sottoscrivere la candidatura nella nuova componente Fratelli d’Italia.
Questo nuovo movimento è coerentemente la mia “casa politica”. Chi mi conosce, sa della mia militanza dapprima in Azione Giovani (Dirigente comprensoriale e provinciale), il movimento giovanile di Alleanza Nazionale presieduto già allora da Giorgia Meloni, e successivamente, con la nascita del PDL, in Giovane Italia (Dirigente Regionale).
Una militanza che si è consolidata con la partecipazione vincente alle elezioni comunali di Montesano Sulla Marcellana nel maggio 2011 dove sono risultato primo eletto nella lista Nuova Montesano con 396 preferenze. Da questo risultato è scaturita l’entusiasmante esperienza amministrativa di Vice Sindaco tuttora in corso.
Incarico amministrativo, aggiunto alla nomina di Consigliere di Amministrazione del Patto Territoriale Bussento-Diano (con rinuncia totale all’indennità!) che mi hanno offerto la possibilità di comprendere adeguatamente le diverse problematiche che attanagliano le famiglie, le imprese, i giovani, di sperimentare i ritardi infrastrutturali che rallentano il progredire delle nostre aree territoriali, e di lavorare per la quotidiana difesa da “invasioni barbariche” da parte di “mostri” che cercano di violentare la bellezza delle nostre terre (l’esempio più triste è la vicenda della sottostazione elettrica TERNA in Montesano Scalo). Ho sperimentato, quindi, come il Comune sia contemporaneamente trincea a difesa della propria identità territoriale e punto d’occhio privilegiato per comprendere i reali e concreti problemi della nostra gente. Sono convinto che oggi più che mai l’esperienza di consigliere comunale, se svolta in maniera compiuta, sia la scuola migliore per chiunque voglia fare politica anche a livelli istituzionali più alti.
Venti mesi di amministrazione comunale importanti, con alcuni risultati, con la posa in cantiere di numerosi progetti, con la diffusione di buone pratiche che questa candidatura vuole anche rendere note a un pubblico più vasto.
Per quanto detto, la mia candidatura rappresenta oggettivamente la centralità che il nuovo movimento di Fratelli d’Italia vuole dare ai territori, alle dinamiche degli Enti Locali, agli amministratori, ai giovani che hanno dimostrato consenso e radicamento fra la gente.
Un punto programmatico questo di Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale che mi ha convinto fortemente insieme ad altri propri della nostra cultura (dignità universale della Persona Umana, incentivi natalità, limiti interventi Stato, valore della casa, nessun privilegio alle banche, taglio spesa pubblica, battaglia ai privilegi, questione generazionale, lavoro, etc…).
Si avvertiva l’esigenza forte di un partito che riscoprisse il contenuto politico ed umano presente nei vari territori e concretizzato nell’esperienza amministrativa.
Si parla di candidatura di “servizio”. Tutte le candidature sono di servizio o almeno lo spero: servizio ai propri valori, alle proprie idee che diventano azioni, alla propria terra! Ogni candidatura è un punto di partenza non una conquista definitiva, è un mettersi in gioco, un partecipare a un disegno comunitario per cui si ritiene valga la pena impegnarsi. Si “entra in campo”, in prima persona, forse con un inattuale coraggio, PER un obiettivo politico, PER passione verso la Patria in tutti i suoi confini geografici, PER una Europa unita politicamente, PER responsabilità diretta nei confronti di un periodo storico complesso e delicato per la nostra Italia tutta. Sintetizzando, si ci candida PER FEDELTA’ ALLE PROPRIE IDEE.
Inoltre, si “entra in politica”, in particolar modo alla mia età, per rinnovare: a) un area politica come il centro destra che, causa anche questa nefasta legge elettorale, ha perso contatto con il territorio, ha deluso una fetta importante di suoi elettori, ha generato confusione in quest’ultimo periodo sulle scelte politiche da compiere (es. vicenda primarie PDL, “Monti come leader moderati”, composizione liste, ecc…). b) per rinnovare politicamente un comprensorio come il Vallo di Diano sempre più carente di voci autorevoli e di progetti di ampio raggio credibili; un comprensorio che il centro-sinistra locale ha lasciato conquistare da un progetto CILENTOCRATICO DI UNA PARTE di cui la vicenda amministrativa paradigmatica è la cessione del proprio servizio idrico da parte di alcuni Comuni valdianesi al Consac di Vallo della Lucania; un comprensorio che in quest’ultimo periodo ha subito sconfitte immeritate (es. la chiusura del Tribunale di Sala Consilina).
La mia candidatura, che indubbiamente nasce anche per la condivisione della stessa da parte dell’On.Edmondo Cirielli, unico riferimento effettivamente radicato nel territorio per il centro destra, offre la possibilità ai cittadini di riconoscersi in un loro amministratore, impegnato nella difesa del proprio comprensorio in un’ottica di valorizzazione ampia anche in collaborazione con altri aree ma giammai succubi. Non credo ai localismi ma non sopporto, contestualmente, ingerenze eccessive. Si ci è spesso lamentati di “asservimento” ad altre aree geografiche della Provincia, di avere solo rappresentanze esterne e probabilmente, talvolta, è stato così.
Oggi v’è la possibilità di far sentire la propria voce, di formare una rappresentanza locale radicata nella presentazione in scenari più ampi delle proprie istanze e non dare ulteriormente seguito ad esperienze di breve tempo, dell’ultima ora, terminate alla prima ora dopo le elezioni.
Il mio impegno diretto in politica è certamente anche una risposta all’antipolitica dilagante. Chi mi conosce sa quanto amo ripetere il dire di Max Weber che già nel 1919 ci insegnava: “Tre attitudini occorrono per fare politica: la lungimiranza delle proprie scelte, la responsabilità delle proprie azioni, la passione per farle”.
L’antipolitica non possiede queste attitudini, la vera politica sì.
La passione è la linfa vitale di ogni progetto politico. E’ motivazione nobile ed esaustiva di ogni impegno. E come lo è stato in passato, per me lo è ancora adesso”.
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro