Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 11 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sala Consilina: il Codacons 'ri-denuncia' la situazione critica nei pressi del depuratore in zona San Giovanni


08-10-2012

ANCORA NULLA DI FATTO PER IL DEPURATORE DI SAN GIOVANNI A SALA CONSILINA?

EPPURE, NE ABBIAMO PARLATO (INVANO?) DA CIRCA 15 ANNI.

PER LA DELICATEZZA DELL’ARGOMENTO TRATTATO SI SOSPENDE, PER UNA VOLTA, IL “TRALLALLERULLERULLÀ”

Sala Consilina, Venerdì 14 ottobre 2011
Il signor Valentino Giovanni, sospettando di aver contratto una malattia tumorale a causa del consumo di prodotti vegetali coltivati su terreni inquinati dagli scarichi del depuratore di San Giovanni, rilascia un’intervista ad una TV locale. Su Le pagine di Erò, mensile a diffusione locale, già nel luglio del 1997 nella sezione Speciale Ambiente, appariva uno scritto a firma del dott. Pappafico Eugenio, ex dirigente igienistico, sulla stessa questione. Tale scritto prendeva spunto da un precedente articolo apparso sullo stesso periodico proprio sulla questione del depuratore di San Giovanni in Sala Consilina. Lo stimato ex dirigente igienistico si esprimeva così come viene fedelmente estratto dal periodico Le Pagine di Erò.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
INQUINAMENTO AMBIENTALE E… TUMORI

Dall’articolo di R. De Luca, pubblicato nel numero precedente, una disamina del degrado ambientale dei nostri fiumi e l’inoperosità dei nostri amministratori

Argomento di allarmante attualità. Mi spinge a scriverne, quale ex-addetto ai lavori, notoriamente boicottato e frenato da intuibili autorità politiche negli anni trascorsi (1957-1993), un recente articolo del prof. De Luca sugli sconcertanti episodi in quello segnalati sull’ultimo numero di questo periodico.
Il De Luca non si meravigli: tutti sanno come si opera da noi; non è segreto soprattutto dove l’omertà è costume! Ce lo rivelano anche certi ambienti che ritenevamo esenti: “la Sapienza” di Roma, la “Sanitopoli” milanese, la Sanità campana, ecc..
L’inquinamento sarebbe evitabile ma alle condizioni di una seria politica del disinquinamento non affidata alla gestione politico-affaristica né ai manutengoli o alle lobbies ben note del puro profitto sulla pelle dei cittadini.
….
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Atena Lucana, martedì 2 ottobre 2012
Sequestrati due depuratori comunali presso il canale Barre, affluente del fiume Tanagro.

Sala Consilina, Sabato 6 ottobre 2012
Un gruppo di cittadini in località San Giovanni chiede al sottoscritto di effettuare un sopralluogo per notare le condizioni in cui chi abita a ridosso del depuratore è costretto a vivere. Arrivo verso le ore 12:30 in località San Giovanni e alcune folate di vento che spirano dalla struttura mi fanno subito rendere conto che le lagnanze non sono “allucinazioni”. Bambini in età scolare e non, anziani, uomini e donne: ecco quello che di vero esiste in questa Nazione. Eppure forse esiste anche dell’altro, come ci dice il dott. Pappafico. Decidiamo allora di andare a vedere sul posto, allo scolo, effettuato con una condotta sotterranea che porta ad un canale che scorre nei pressi dell’autostrada SA-RC, quale sia la qualità delle acque. Sembra di rivedere il video (http://www.unotvweb.it/webtv/video/1158078/) riportato da una TV locale l’anno scorso. In più, attraversando il ponte autostradale che porta allo scolo, si ha modo di notare dei pannelli di “eternit”, ben allineati, poggiati alle pareti di cemento del sottopasso. Si prosegue verso lo scolo, ma un conato di vomito mi prende per il puzzo infernale che emana da quella cloaca. Devo farmi forza, tapparmi il naso e proseguire per vedere l’acqua grigiastra che scorre fuori, raggiunge il canale, lambisce i campi e arriva fino al sottopasso autostradale della provinciale che porta alla vicina area di servizio dell’A3 e a Teggiano. Quando il liquido arriva al sottopasso, ancora emana puzzo, nononstante venga diluito da acque di altri canali che, copiose e limpide, scorrono nella zona in altri corsi d’acqua.

I cittadini mi chiedono di fare qualcosa. In questi casi, si può solo fare un appello agli organi di controllo, affinché approfondiscano finalmente il problema ed indichino a chi di dovere di risolverlo in modo definitivo. Questo comunicato, oltre ad essere di denuncia di una situazione che si protrae, insoluta, da anni, vuole anche essere di monito a tutte le amministrazioni comunali che gestiscono (anche in modo indiretto) i depuratori: queste aree non sono da abbandonare al loro destino, ma devono essere curate come il giardino di casa propria, abbellite con verde, tenute come bomboniere (lo stesso discorso vale per le isole ecologiche). Inoltre, tutte le misure tecniche necessarie per far funzionare gli impianti (se sono a norma di legge) devono essere prese, perché la salute dei cittadini e l’ambiente devono essere tutelati al meglio, proprio in virtù di quelllo che ci ha raccontato il dott. Pappafico nel 1997. Queste strutture possono creare occupazione, possono dare alle comunità locali la possibilità di progredire nel campo del corretto trattamento delle sostanze inquinanti, possono fare accrescere la consapevolezza nelle giovani generazioni di come sia necessario fare ogni sforzo per lasciare a loro un mondo migliore. Ma bisogna che incominciamo tutti ad essere un po’ più seri e responabili. Ecco perché, per una volta, ma solo per questa volta, abbandoniamo il nostro motto di folli (il trallallerullerullà), in questo mondo di savi, fioriti in ogni dove.

Il responsabile della sede Codacons
dott. Roberto De Luca
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro