Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 26 Luglio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Padula: forti emozioni e ricordi ieri per la Giornata del Ricordo dedicata agli orfani di guerra che abitarono in Certosa


01-10-2012

“Padre Minozzi non aveva studenti, non aveva orfanelli, gli orfani erano i suoi figlioli.” Così inizia il suo intervento Don Cesare Faiazza.
La scorsa domenica 30 settembre a Padula è ritornato per la sesta volta un evento che ormai fa parte della storia della little city valdianese, la VI Edizione della Giornata del Ricordo, la quale vede ritornare a Padula tra le
mura della Certosa di San Lorenzo, quei giovani ragazzi rimasti orfani durante entrambi i conflitti mondiali.
Emozioni e ricordi animano questo appuntamento organizzato dall’Associazione Culturale Nuove Idee di Padula che ogni anno si impegna con dedizione alla realizzazione di quest’evento che ripercorre un capitolo della storia di Padula e d’Italia, pagine commoventi e malinconiche che vivono tuttora nei ricordi di numerose persone, pagine di storia che nonostante siano ingiallite per via del tempo passato non voglio essere dimenticate, vogliono essere sempre vive nel ricordo anche per i più giovani e per le generazioni future.
L’evento ha avuto luogo a partire dalle ore 9.30 presso l’Aula Consiliare all’interno della Corte esterna della Certosa di Padula. Sala in cui era allestita una mostra fotografica con immagini appartenenti alla metà del secolo scorso che testimoniavano in bianco e nero uno spaccato di vita di questi ragazzi che hanno vissuto in Certosa.
Molti gli ospiti che sono intervenuti: l’assessore alla cultura Tiziana Bove Ferrigno, il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta, il Soprintendente per i Bap Gennaro Miccio, in rappresentanza della BCC Monte Pruno di Roscigno e Laurino Cono Federico, il consigliere regionale l’onorevole Donato Pica, il Presidente Nazionale Associazione Ex Alunni e Famiglie dei Discepoli Alvaro Vitale, il Vicario Generale Ordine Famiglia dei Discepoli Don Cesare Faiazza, il Presidente dell’Associazione Nuove idee Giuseppina Sorrento, a moderare il giornalista Antonio Sica.
“Se siamo diventati qualcuno oggi lo dobbiamo al fatto di essere approdati qui in Certosa. Padre Minozzi ci ha amato come figli suoi” Afferma Alvaro Vitale, durante il suo intervento, aggiungendo anche “Mi sento orgoglioso di essere stato e di essere qui.”
Durante il convegno vi son stati degli intermezzi musicali, compreso quello dell'Inno Nazionale, curati dal giovanissimo clarinettista Parisi.
Molte anche le testimonianze di vita e racconti narrati direttamente dagli orfani presenti in sala.
In occasione di questo evento vi è stata la presentazione di una raccolta di poesie intitolata “Itinerario poetico di una vita” di Vito Marcantonio,  uno di quei giovani accolti nell’orfanotrofio certosino. Il libro in questione è stato realizzato e pubblicato a cura dell’Associazione Culturale Nuove Idee di Padula. In questo libro troviamo una serie di intense e profonde poesie che introduce ad un’introspezione dell’animo e della vita dell’autore stesso.
Inoltre nel pomeriggio intorno alle ore 17.30 all’interno della bellissima e suggestiva Sala del Capitolo è stata celebrata la Santissima Messa che è stata officiata da Don Cesare Faiazza.

Riportiamo un passo dell'intervista al presidente Vitali:
- Presidente questo evento dedito agli orfani di guerra e alle figura di Padre Minozzi e Semeria quest’anno giunge alla sesta edizione, cosa rimane di tale esperienza e di tale evento a coloro che giungono qui a Padula?
"E’ un sentimento che ti fa partire e ti fa arrivare qui a Padula per prendere parte a questo evento, che a tutti noi serve per dissetarci, rigenerare, imparare ed ogni volta che torniamo qui a Padula è come se fosse la prima volta. Questo evento ogni anno ci regala grosse emozioni, questo evento ci apre il cuore.
Noi duranti gli anni che siamo stati in Orfanotrofio - Certosa non avevamo nulla, eravamo poveri, e grazie a Padre Minozzi ci siamo arricchiti dentro, nel nostro animo.  "
- Padre Minozzi è stata una figura molto importante per tutti voi che oggi tornate qui in occasione di questo convegno e non solo, quali i ricordi, riflessioni rimane viva tuttora per voi che lo avete conosciuto?
"Padre Minozzi era una persona eccezionale. Arrivava sempre senza preavviso perché voleva vedere come eravamo trattati tutti noi, si interessava personalmente e con molta dedizione al nostro benessere fisico, psicologico e spirituale. Ci voleva bene come un padre vuole bene ai suoi figli.
- Siamo in attesa della beatificazione di Padre Giovanni Minozzi, a quando l’evento ?
La causa di beatificazione è conclusa, ora ci troviamo nel binario giusto e attendiamo con trepidazione la data in cui sarà celebrata la sua beatificazione.

Patricia Luongo




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro