Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 08 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sala Consilina - RINVIATA - Le quattrocento lune una mostra di Gianluca Cavallo


Sala Consilina Grancia di Sala Consilina
Dal 25 Settembre al 16 Ottobre 09

Le quattrocento lune
una mostra di Gianluca Cavallo

Grancia di Sala Consilina (SA) - Osservatorio Europeo del
Paesaggio
25 settembre - 16 ottobre 200

inaugurazione Venerdì 25 Settembre ore 19.00
la mostra è aperta tutti i giorni 10.00-12.30 /
17.00-19.30
Ingresso libero

www.gianlucacavallo.com


Apre il 25 settembre, nelle sale della Grancia di Sala Consilina (SA), le quattrocento lune, dedicata all’opera di Gianluca Cavallo, un’iniziativa promossa e realizzata dall'Osservatorio
Europeo del Paesaggio, in collaborazione con Lions Club International Sala Consilina-Vallo di Diano. Con il patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Ambientali della Provincia di Salerno.

La Grancia di San Lorenzo, storica dipendenza annonaria della Certosa di Padula, risale alla prima metà del secolo XVI. Oggi, ospita il Laboratorio Mallet del Vallo di Diano, sede operativa dell'Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino.

A cura dell’autore stesso, le quattrocento lune – tante ne ha già viste - racconta l’attività di Gianluca Cavallo (All’anagrafe Giovanni), per presentare un’esperienza autoctona.

La sua produzione parte nel 2006, quando, per la Chiesa della Madonna del Rosario di Pompei in Silla di Sassano (SA), il giovane pittore dipinge l’intera decorazione figurativa.
Da allora, ha maturato l’esperienza che gli ha consentito di esplorare non solo la tela di grandi dimensioni, ma addirittura altri media (La tredicesima luna), per sperimentare, attraverso uno stile più istintivo e gestuale, personale, nuovi linguaggi espressivi, che diano
forma alle sue visioni, o semplicemente esprimano la volontà di cancellare un concetto superato, un lavoro sottostante,“inutile” (Gli eliminatori).
E la mostra evidenzia questa ricerca continua dell’artista che ‘vive e lavora a Sala Consilina’ – recitano le biografie in circolazione.

Il percorso della mostra è organizzato secondo uno sviluppo lineare. L’allestimento, leggero e invisibile, svela la meraviglia delle cose che giace sotto il velo dell’immaginazione; ne fa rivivere i ‘fantasmi’.
Con tenue razionalità, il pittore sceglie tra i suoi segni e tinge le pagine bianche delle sale della Grancia, ricostruendo l’architettura di un universo immaginativo in una silenziosa danza visiva, agitata dai toni della tavolozza. Apparentemente vicini, appesi al filo di un equilibrio precario (L’attaccapanni), i suoi passi.
Una danza silenziosa di gesti, segni, vuoti scoscesi; una poesia visiva di 31 ‘lune’, che nell’incontro moltiplicano ogni segno.

969, olio su tela 100 x 150 2009

l'attaccapanni, smalto su tessuto su legno 125x70 2008

Kaput, smalto su tela 100x120 2008




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro